La mia missione

è aiutare le persone a riprendere contatto con il proprio corpo e con le proprie emozioni, ritrovando il piacere di muoversi e vivere nel pieno della vitalità e del benessere.

La mia missione

è aiutare le persone e le famiglie a riprendere contatto con il proprio corpo e con le proprie emozioni, ritrovando il piacere di muoversi e vivere nel pieno della vitalità e del benessere.

Alcune cose su di me:

  • sono arrivata a occuparmi di tecniche risolutive per le tensioni psicosomatiche dopo aver sofferto per anni di dolori cronici, da cui solo l’approccio psicosomatico mi ha liberata
  • nella mia ricerca di soluzioni, mi sono formata nelle tecniche corporee più diverse: dai classici massaggi olistici e la riflessologia plantare, fino a pratiche pioneristiche come il metodo Zero Dolore di Andrea Taddei e la Cronoriflessologia di Vincenzo Di Spazio
  • combino in modo sinergico tali tecniche in quella che chiamo sinteticamente “riflessologia vertebrale”, perché concentro il mio lavoro sul dorso, utilizzando le corrispondenze tra precisi punti della colonna e le tensioni emotive che hanno "messo radici" nel corpo nel corso degli anni
  • nel mio lavoro associo le tecniche corporee allo studio delle dinamiche familiari, in particolare della relazione genitori-figli
  • la mia specialità è aiutare le mamme restituendo loro le energie, la scioltezza e la vitalità interiore che avevano prima della gravidanza, così che possano vivere la maternità al massimo del loro potenziale per sé stesse e la loro nuova famiglia
  • seguo le mamme con grande passione e vicinanza perché anch’io sono mamma da poco!

Vuoi saperne di più?
Ecco la mia storia.


Cosa ci motiva di più nella vita?

In positivo, potremmo dire il piacere, o la curiosità, o l’amore. In negativo, dobbiamo dire la paura, e il dolore. L’inizio del mio viaggio nelle tecniche corporee è stato sicuramente motivato dal dolore.

Quando avevo 25 anni (quasi venti anni fa), iniziai a soffrire di forti dolori alla schiena e alle spalle. Naturalmente ricorsi ai metodi classici: massaggi, fisioterapia, chiropratica.

Ma i risultati furono scarsi: anche quando il dolore si ritirava per brevi periodi, tornava quasi sempre a tormentarmi. E non uso la parola a caso. Immagina come sarebbe vivere con dei chiodi sotto le scapole che la maggior parte dei giorni bruciano e bucano fin dal mattino appena sveglia. Immagina di vivere per settimane o mesi di fila senza poter muovere liberamente una spalla e il collo, e ti farai un’idea di cosa fosse la mia vita a quel tempo.

La frustrazione era moltiplicata dal mistero che avvolgeva la mia condizione di sofferenza.

Ero giovane, in forma, e praticavo attività fisica di ogni tipo: danza classica, snowboard, windfurf, sci, pallavolo, canottaggio. Non avevo mai subito lesioni particolari. Le indagini degli specialisti non individuavano alcuna causa precisa per il mio dolore.

Non ero sola in questo. Confrontandomi con amici e conoscenti scoprii presto che in molti vivevano la stessa esasperante situazione: dolori ricorrenti e resistenti alle terapie, senza alcuna causa apparente.

Ma sapere che altri condividevano la mia pena fu un magro conforto. Per anni fui ridotta a convivere con il dolore senza più speranza di liberarmene, se non quando - nei momenti più duri - mi rassegnavo ad assumere analgesici chimici.

Ma un bel giorno, le stelle si allinearono e qualcosa dentro di me fece “clic”.

Rifiutai di arrendermi a un destino di dolore senza spiegazione e senza rimedio. Sentii che potevo e dovevo indagare il problema più a fondo. Cominciai a leggere di approcci alternativi a quelli convenzionali… 

E incontrai ben presto l’idea che mi avrebbe portato alla svolta definitiva.

Il motivo per cui nessuno riusciva a individuare per i miei dolori una causa fisica chiara e precisa era molto semplice: non vi era nessuna causa fisica.

Quando si presentano dolori “misteriosi”, siamo abituati a parlare di colpi di freddo, di movimenti sbagliati, di postura, vita sedentaria, magari alimentazione. Oggi guardo a queste presunte “cause” come possibili fattori aggravanti e concomitanti, spesso additate però in modo vago e quasi superstizioso (il “colpo della strega”!).

La vera causa del dolore è la tensione disfunzionale prolungata, e la radice della tensione è nella sfera emotiva della persona.

Lavorare sul piano delle tensioni muscolari prescindendo da quello emotivo non può risolvere il problema: finché non viene sciolta anche la tensione emotiva, quella muscolare continuerà a ripresentarsi e a causare dolore.

Una volta entrata in questo ordine di idee, il passo successivo fu naturalmente cercare chi potesse trattare i miei dolori in modo più efficace.

La ricerca mi portò a esplorare diversi approcci, tecniche e “scuole”, e dopo varie esperienze, trovai la mia soluzione.

Grazie a dei trattamenti che agivano su precisi punti del corpo associati alle emozioni segnanti che avevo provato in precisi momenti della mia vita, i miei dolori finalmente sparirono. Questa volta, per sempre.

Parlare di “sollievo” non rende l’idea di quello che provai. Liberarti da un dolore che ti ha torturata per anni, dopo mille tentativi infruttuosi, è qualcosa che ti cambia la vita.

E a questo punto, la mia passione per l’argomento andava ben oltre la ricerca di una soluzione al mio personale problema.

Da quel momento in poi decisi che queste tecniche sarebbero diventate per sempre parte del mio bagaglio personale, e che le avrei studiate, approfondite e sperimentate fino a diventare un’esperta, per poter aiutare tutte le persone che come me erano in cerca di una soluzione definitiva al dolore.

Iniziai allora un lungo e intenso periodo di formazione.

Seguii dapprima corsi di massaggio olistico di ogni tipo; alcuni si rivelarono più efficaci, altri meno. Sentivo di essermi avvicinata alle “chiavi” risolutive, ma ancora non ero soddisfatta. 

Il mio ideale era una tecnica che mi permettesse di arrivare a “toccare” direttamente le tensioni emotive, di contattarle e scioglierle attraverso il contatto corporeo.

In questa ricerca mi formai in vari metodi:

  • Zero Balancing
  • Deep tissue
  • Massaggio Miofasciale
  • Massaggio Metamerico
  • Massaggio Soul Contact
  • vari tipi di riflessologia plantare e della mano
  • Riflessologia Frattale
  • e altri ancora

Ma le tecniche che più si avvicinarono al mio ideale, e che divennero la base della mia pratica odierna, furono:

  • la tecnica Energetic Cleaning di Claudio Stecca
  • il metodo Zero Dolore di Andrea Taddei
  • la Pratica Metamorfica di Robert St. John
  • la Cronoriflessologia di Vincenzo Di Spazio

La mia pratica odierna attinge a tutti questi strumenti in base alla situazione e ai bisogni delle persone che aiuto; ma poiché lavoro principalmente sul dorso e in particolare sulla colonna vertebrale, mi riferisco sinteticamente alla mia pratica come “riflessologia vertebrale”.

Puoi leggere di più sulla riflessologia vertebrale e le specifiche tecniche che uso nei miei trattamenti su questa pagina.

Le tecniche di soluzione delle tensioni psicosomatiche sono però solo un aspetto del mio percorso...

L’altro grande “filone” che ho seguito parallelamente alle tecniche corporee è quello delle relazioni familiari.

Anche in questo caso, l’impulso iniziale fu quello della mia crescita ed evoluzione personale. Avendo con i miei genitori un rapporto molto ricco ma al contempo conflittuale, ho sempre osservato con grande attenzione le dinamiche in atto sia nella mia famiglia, sia di tutte quelle con cui venivo a contatto.

In particolare, trovo il rapporto genitori-figli incredibilmente affascinante, sia per come l’ho dovuto analizzare nella mia esperienza privata, sia, più avanti, come vera e propria materia di studio.

Dapprima, la mia ricerca consistette nella lettura di un gran numero di testi...

...ma ben presto, fui spinta a passare dallo studio della teoria alla ricerca di soluzioni pratiche.

Approdai così alla tecnica delle Costellazioni Familiari, metodo nel quale ho completato più volte la formazione con diversi terapeuti e che ho poi approfondito con seminari specifici alla Hellinger Schule Italia.

Pur avendo utilizzato con successo le Costellazioni Familiari nel mio lavoro per altri, la cosa più bella che questo metodo ha fatto per me è stato forse aprirmi la strada verso altre tecniche che trovo ancora più efficaci. Le trovo anche più affini me e al mio percorso nelle tecniche corporee. 

La mia ricerca professionale e quella personale hanno proceduto in parallelo:

a lungo ho desiderato essere madre, e ho consapevolmente lavorato su me stessa per raggiungere il livello di consapevolezza, maturità e “centratura” che desideravo avere nel rapporto con i miei figli. Al culmine di un percorso specifico sulla maternità, svolto grazie all’aiuto di diversi insegnanti, l’arrivo di mia figlia è stato per me la realizzazione di un sogno.

Ecco perché oggi l’aspetto che più amo del mio lavoro è proprio il lavoro con le mamme , che supporto nel bellissimo ma spesso difficile periodo che segue alla gravidanza.

Ora che sai del mio percorso personale e professionale forse ti chiedi: ma che tipo è nella vita di tutti i giorni e come passa il suo tempo?

Vivo e lavoro a Roma nel verde quartiere Flaminio, dove sono nata e dove sono da poco rientrata. Al momento, da neomamma, passo la maggior parte del mio tempo non lavorativo ad accudire la mia Luna, naturalmente insieme al suo papà Massimo.

Amo la musica, specie blues e jazz, amo il ballo, e amo in generale l’attività fisica e soprattutto il movimento libero nella natura, specie quando prende la forma del Movimento Arcaico (di cui Massimo è il creatore).

Quando siamo insieme, ci piace andare al cinema a vedere film impegnati, spettacoli di danzatori acrobatici, fare trekking in montagna e nei boschi, e andare in canoa al lago e al mare. Non passiamo molto tempo sul divano :)

Infine, quando non sono indaffarata con pannolini e poppata mi puoi ancora trovare a leggere e indagare su nuove tecniche di benessere per individui, coppie e famiglie…non ho ancora perso lo slancio originale!

Se desideri contattarmi, puoi farlo mandandomi un messaggio da questa pagina.

Se invece stai pensando di richiedere un trattamento possiamo sentirci per una chiacchierata senza impegno. Parleremo della tua situazione e delle tue esigenze, e potrai chiarire tutti i tuoi dubbi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi