La riflessologia vertebrale


La colonna vertebrale - e tutto il dorso - costituiscono un microcosmo del corpo e della psiche. Stimolare opportunamente precisi punti e aree del dorso permette di riequilibrare il sistema corpo-mente e risvegliare così le sue naturali capacità di guarigione.

La riflessologia vertebrale


La colonna vertebrale - e tutto il dorso - costituiscono un microcosmo del corpo e della psiche. Stimolare opportunamente precisi punti e aree del dorso permette di riequilibrare il sistema corpo-mente e risvegliare così le sue naturali capacità di guarigione.

Le tecniche che costituiscono la mia pratica rientrano in una visione psicosomatica olistica.

È una visione psicosomatica perché le tecniche trattano al contempo il corpo e la mente.

È olistica perché non vedono il complesso corpo-mente come un meccanismo che si rompe e va riparato, ma come un sistema energetico che beneficia della maggiore armonia tra le sue parti o aspetti.

Molti dei metodi con cui lavoro seguono i principi della riflessologia, ossia l’idea secondo cui una parte del corpo costituisce un microcosmo del corpo, della psiche, e perfino della vita della persona in senso cronologico. Lavorando su punti specifici del microcosmo - ad esempio la colonna vertebrale, o la pianta del piede - otteniamo delle risposte di “risonanza” nei punti corrispondenti del macrocosmo - organi, sistema nervoso, sfera emotiva.

Poiché lavoro principalmente sul dorso, e in particolare sulla colonna vertebrale, parlo sinteticamente della mia pratica come “riflessologia vertebrale”, o “riflessologia dorsale”.

Stimolare opportunamente precisi punti e aree del dorso permette di
modificare il campo di informazione che le cellule continuano a produrre dopo eventi dolorosi di vario tipo, sciogliendo le tensioni croniche e riequibrando il sistema.

La mia cassetta degli attrezzi contiene strumenti molto diversi: è possibile applicare tali strumenti in modo combinato o indipendente: ciò significa che puoi affidarti a me per comporre il trattamento più adatto alla tua situazione, ma puoi anche richiedere delle sessioni in una particolare tecnica, come Zero Dolore o Soul Contact.

Perché i trattamenti di riflessologia vertebrale hanno un'efficacia duratura?

Perché agiscono simultaneamente su più livelli: nervoso, muscolare, emotivo ed energetico.

In questo modo, l’effetto si spinge più in profondità della semplice tensione muscolare, per arrivare a sciogliere la tensione emotiva che l’ha generata, insieme alle memorie cellulari di eventi dolorosi e traumatici rimaste “ancorate” nel corpo, come incidenti, gravi dispiaceri, lutti e separazioni.

Attenzione però...

Occorre notare che le tecniche della riflessologia vertebrale NON sono adatte ed efficaci laddove esiste un danno tissutale, ossia una vera e propria lesione muscolare o tendinea. 

Pur essendomi formata in molti più metodi per avere una visione più ampia, nella mia pratica regolare utilizzo principalmente le seguenti tecniche:


Massaggio metamerico

I metameri sono fasce orizzontali di tessuto connettivo situate sulla schiena, e attraversate dai nervi che collegano il midollo spinale agli organi e alle viscere. Stress e traumi emotivi generano nei metameri tensioni croniche e aderenze che possono, nel tempo, compromettere il buon funzionamento dei nervi e, di conseguenza, di organi e viscere corrispondenti.

Ne risultano problemi del tipo più vario come ad esempio: mal di schiena, mal di testa, dolori alle articolazioni, dolori addominali, problemi intestinali, mal di stomaco, dolori mestruali, cattiva circolazione, problemi respiratori, sinusite, insonnia, ma anche inestetismi come ritenzione idrica, cellulite, pelle grassa e occhiaie.

Grazie a una manipolazione “scollante” delle fasce corrispondenti, il massaggio metamerico migliora l’innervazione degli organi ripristinandone la corretta funzionalità.


Zero Dolore

La tecnica Zero Dolore del massoterapista Andrea Taddei riduce o elimina rapidamente e spesso definitivamente il dolore muscolare. La tecnica usa una doppia stimolazione a livello tattile, da un lato, e cognitivo, dall’altro.

L’operatore prende contatto con la parte dolorante e, con movimenti leggeri, si approssima gradualmente all’epicentro del dolore. In base alle reazioni del corpo e della mente cosciente della persona, l’operatore prosegue lavorando sulla parte, “seguendo” il dolore che può spostarsi nel corpo, fino al completo scioglimento della tensione fisica ed emotiva.


Cronoriflessologia

La Cronoriflessologia, ideata dal medico psicotraumatologo Vincenzo Di Spazio, fa sua la connessione tra emozioni stressanti e malessere fisico, ma aggiunge al quadro il fattore tempo. Perché certi sintomi o problematiche emergono in un particolare momento della vita?

Così come gli eventi di una particolare stagione lasciano i loro segni negli anelli di un albero, gli eventi della nostra biografia emotiva (come lutti, separazioni, aborti, dissesti finanziari, conflitti familiari) vengono “incisi” nella colonna vertebrale, pronti a riattivarsi quando il ciclo attraversa di nuovo quel punto.


Pratica metamorfica

La Pratica Metamorfica consiste in una stimolazione con tocco lieve su punti riflessi del piede, della mano e della testa. Ha origine nella Terapia Prenatale del riflessologo Robert St. John, che scoprì come determinate aree del corpo riflettono le fasi di sviluppo e l’esperienza del feto dal concepimento alla nascita.

Gli eventi dolorosi possono colpirci anche durante il periodo prenatale, che si tratti di traumi fisici o emotivi, per via ad esempio dell’atteggiamento e delle emozioni di nostra madre. Il momento in cui si presenta il trauma influenza le nostre risposte odierne nei momenti “cruciali”, quando la vita ci mette di fronte a scelte e cambiamenti importanti.

Spesso, i cambiamenti che risultano dalla Pratica Metamorfica sono permanenti: una volta che dalla crisalide si è sviluppata la farfalla, non torna mai ad essere bruco. Da qui il termine “metamorfica”.


Massaggio Soul Contact

Il Soul Contact è la creazione di Luigi Fappiano, e deriva dalla combinazione di conoscenze e pratiche provenienti da tradizioni millenarie di tutto il mondo.

È un massaggio lento, avvolgente, effettuato con oli caldi aromatizzati, che unisce l’operatore alla persona trattata in un’esperienza di contatto profondo. Fra le tecniche da me usate, è sicuramente la più piacevole!

L’obiettivo del Soul Contact è di creare le migliori condizioni per il sorgere spontaneo di stati meditativi, stati di totale presenza alla realtà che si manifesta con una profonda connessione con noi stessi e con tutto ciò che ci circonda.

Rispetto ad altri metodi, il Soul Contact non si rivolge tanto a chi soffre di dolori cronici che desidera risolvere al più presto, quanto a persone già libere da sofferenze fisiche, impegnate in un percorso di evoluzione personale e capaci di mantenere un alto stato di attenzione, per apprezzare appieno l’esplorazione dello spazio che si trova oltre le soglie delle percezioni ordinarie.

Luca G.

"In quell’istante ho capito che ero nelle mani giuste."

Ho conosciuto Anna Lise nell’estate del 2018 praticando Movimento Arcaico. Qualche mese dopo mi sono ritrovato ad affrontare una crisi depressiva ed è scattata in me la voglia di reagire alla sofferenza che stavo vivendo. Ho contattato Anna Lise perché in quel momento mi serviva una guida che mi accompagnasse fuori dal tunnel: la psicoterapia era utile, ma non sufficiente.

Il percorso che ho fatto con lei è stato un lavoro a 360 gradi, ed è questo l’aspetto che lo rende efficace (almeno nel mio caso). Siamo fatti di corpo, mente, anima, emozioni, inconscio, ed è tutto collegato. Non è possibile evolvere, risolvere i propri problemi lavorando a compartimenti stagni.

La cultura occidentale ci ha portato a credere che quando stiamo male il problema è mentale e che quindi serve lo psicologo, nei casi più gravi servono i farmaci, e che l’ansia sia un disturbo da curare invece che il segnale che c’è un disagio più profondo. Nessuno si pone il problema di andare a fondo e risolvere la causa del disagio, basta tamponare la sofferenza quando si fa sentire.

Parlare è utile, ma per cambiare sé stessi bisogna agire, reagire, partendo da noi stessi, dalle nostre emozioni.

Mi sono fatto guidare da Anna Lise, abbandonando credenze e pregiudizi della cultura occidentale, per ripartire da me stesso. Come dicevo, è stato un lavoro a 360 gradi: fisico, mentale, emozionale. E le emozioni hanno la priorità: sono sempre presenti e agiscono prima del pensiero. Anzi, i pensieri sono in qualche modo conseguenza delle nostre emozioni.

Abbiamo iniziato il nostro percorso con un massaggio emozionale.
Anna Lise mi ha spiegato che il nostro corpo registra le nostre esperienze e ci lascia delle cicatrici.

Massaggiandomi la schiena più in profondità rispetto a un massaggio normale, ha individuato le cicatrici, i nodi da sciogliere. La cosa sorprendente è che ogni punto doloroso corrispondeva ad eventi traumatici del mio passato, e lei ha saputo dirmi a che età si erano formati senza che glielo dicessi.

In quell’istante ho capito che ero nelle mani giuste.

Il massaggio emozionale è stato il primo atto per liberarmi dalle zavorre che mi portavo dietro. Gli incontri con lei sono proseguiti con la pratica del Movimento Arcaico e un lavoro meditativo sull’inconscio.

Con il Movimento Arcaico si eseguono gesti e movimenti (ad es. quadrupedia, lanci, arrampicate) rimanendo sempre in contatto con il proprio respiro e le proprie emozioni, lasciando andare i propri pensieri. Ho fatto pratica da solo e in coppia con Anna Lise e alla fine la domanda era sempre: cosa senti? Cosa hai provato facendo questo movimento? Il focus della pratica è stato collegarmi a me stesso e capire che ogni mio gesto generava in me una reazione emotiva.

Lo scopo di questa pratica è duplice: lasciare andare le emozioni nel momento in cui si generano, invece di accumularle dentro di sé, e ritrovare e riattivare le proprie energie interiori, che erano assopite o schiacciate dal peso delle emozioni trattenute.

Il lavoro sull’inconscio, invece, è meditativo. Ci si concentra sul proprio respiro, sul proprio asse verticale e si va a scavare in profondità l’origine del proprio malessere, cercando di far emergere quelle emozioni che in passato non ci siamo concessi di vivere e lasciare andare, e finalmente liberarsene. Soprattutto si cerca di capire ciò che il nostro corpo ha assorbito fin da piccoli dalle persone che ci stavano intorno, a partire dai nostri genitori.

Ho incontrato Anna Lise una decina di volte nell’arco di 5 mesi e durante quegli incontri iniziavo a sentire un cambiamento interiore, ma all’inizio la difficoltà per me è stata inserire nella mia routine quotidiana la pratica, soprattutto quando Anna Lise ha valutato che potevo continuare da solo. In quel momento non ne ero molto convinto, ma aveva ragione.

Dopo due anni dall’inizio del percorso con lei posso dire di conoscere me stesso molto meglio, di saper attingere alla mia energia interiore quando sono in difficoltà, di percepire meglio le mie emozioni e di agire prima che facciano danni. So che tipo di pratica mi serve in base all’emozione che emerge (Movimento Arcaico, meditazione). Sto ampliando il mio percorso di crescita con Qi Gong e PNL. Sono più sicuro, forte, concentrato, determinato a raggiungere i miei obiettivi. E so che Anna Lise sarà sempre presente quando ho bisogno.

So che sarà un percorso lungo, ma ne vale la pena: noi stessi siamo le persone che ameremo per tutta la vita e di cui dobbiamo prenderci cura.

Sei interessato e vuoi capire se i miei trattamenti fanno davvero al caso tuo?


Puoi contattarmi per una chiamata esplorativa gratuita e senza impegno. Parleremo della tua situazione, mi potrai fare le domande che desideri e valuteremo insieme se e come posso aiutarti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi